Blog. 25 Maggio 2021

“A tu per tu con la SPA-blogger del Made in Italy”

Da tempo collaboriamo con Raffaella Dallarda, SPA-blogger milanese, Esperta di SPA, Naturopata e Fisioterapista, che, durante i nove mesi di lockdown, tra il 2020 e i primi mesi del 2021, ha realizzato l’INSPATOUR, un viaggio itinerante attraverso le 20 regioni italiane, a caccia d’interviste in SPA, per valorizzare la Brand Awareness di strutture e aziende del Wellness!

Durante un mio sopralluogo, mi sono incontrato “accidentalmente” con lei presso “Capovaticano Resort Thalasso Spa”, una delle sue tappe calabresi. Poi è venuta a intervistarmi, presso il mio studio, a Verona, durante la sua tappa veneta, tanto da incuriosirmi a conoscere i retroscena e i risultati di questa sua ciclopica esperienza italiana, di benessere.

Raffella Dallarda  spa-blogger

Raffaella Dallarda con Alberto Apostoli presso Capovaticano Resort Thalasso & SPA, a Tropea.

 

Ne parliamo, ora, insieme a lei, che ha da poco concluso il suo tour, guidando in tutto lo stivale italiano, da sola, per 25.000 km, in auto, imbarcandosi anche nelle isole, Sicilia e Sardegna, fino a Pantelleria, dando voce al patrimonio umano che opera nell’industria di spa, wellness, design e hospitality e conquistando il titolo di Ambasciatrice di Spa in Italia, dal Forum HOTel&SPA di Parigi e dalla sua Presidentessa Vladi Kovanic.

 

A. “Raffaella, cavalcando la tua grande passione delle destinazioni di benessere, in un anno così difficile per il turismo e l’ospitalità italiana, hai realizzato un progetto innovativo, che ti ha portato importante visibilità e riconoscimenti professionali. Da dove è nata questa tua profonda ispirazione?”

R. “A metà luglio, dopo aver vissuto mesi molto difficili, a seguito di un primo lockdown molto serrato, a Milano, ho sentito il forte desiderio di partire, evadere e trascorrere un’estate completamente sola, quasi come fosse un viaggio catartico, per ritrovare me stessa.

Così, ho pensato fosse di valore pubblicarne le esperienze raccolte, anche sui social, per promuovere l’Italia, epicentro della pandemia, come “paese spontaneo del benessere”, grazie alle sue risorse, tradizioni, innovazioni ed eredità. In poche ore, ho scritto la mia idea, ho cercato di capire la fattibilità, il budget necessario, i contatti che mi avrebbero permesso l’ospitalità, le risorse umane più eccellenti e influenti del settore, da incontrare ed intervistare, con i video, che sono il linguaggio attuale, il target e l’unicità, attraverso un metodo mio, fondato sui 5 Elementi della MTC, associati alle 5 chiavi del benessere, trattate nei 5 giorni della settimana.

Ho chiamato la mia film-maker per chiedere il suo parere e la collaborazione, a distanza. Ho proposto il mio progetto al GM di Comfort Zone Italia, amico e grande professionista, che gode della mia profonda stima e che ha accolto la mia provocazione con grande entusiasmo. E così, con il supporto di Comfort Zone, sono partita il 25 luglio, da Milano, diretta verso Caput Mundi, l’antica capitale delle “Salus Per Aquam”, per poi raggiungere e sostare nelle più autorevoli realtà di benessere d’Italia, così che, spa dopo spa, lungo tutto lo stivale, ho realizzato il mio sogno, che ha superato ogni aspettativa.”

 

A. “È curioso poiché ho osservato che hai soggiornato presso tutti i migliori progetti realizzati dal mio studio, di Resort con Spa italiani. Sarei affascinato di venire a conoscenza di un tuo feedback, da ospite fruitrice e, contemporaneamente, da esperta di settore.”

R. “Ti narro che, in ogni tua opera italiana, dove ho dimorato, mi sono accorta della presenza costante del tratto inconfondibile del tuo stile, unico ogni volta, anche se sempre molto sostenibile, attento agli Elementi naturali, a me cari, alla scelta dei materiali, all’eleganza delle forme, all’armonia degli insiemi, all’unicità della storia da raccontare, alla valorizzazione del territorio.

Ad esempio, dal Lefay Dolomiti, alle Terme Preistoriche, al Casale del Principe, o al CapoVaticano Resort, dove ci siamo incontrati, o a Porto Piccolo Sistiana.”

 

spa-blogger spa-blogger spa-blogger

La SPA di Portopiccolo; Raffaella Dallarda presso il Lefay Resort & SPA di Pinzolo e presso l’Agrirelais Casale del Principe a Monreale.

 

A. “Il lavoro di squadra divide i compiti e moltiplica il successo: quali sono state le alleanze che hai intrecciato, prima di partire, che ti hanno sostenuta e aiutata?”

R. “Io ho investito sempre tanto nelle relazioni, negli ultimi venticinque anni, attraverso viaggi, corsi, frequentazioni, amicizie, uscite e contatti dai canali social più professionali, come LinkedIn. Prima di partire, mi sono focalizzata su chi mi avrebbe potuto veramente facilitare o aprire le strade e, in meno di 48 ore, ho chiamato tutta la rete definita e, quasi magicamente, ho iniziato a raccogliere adesioni, approvazioni di ospitalità o passa parola o contatti apripista.

Mi sono consultata con la mia storica amica legale di marchi e aziende, ho definito tutto il planning e le reciproche “ottemperanze”, con Veronica, la mia film-maker, ho organizzato l’itinerario e le priorità, insieme anche a qualche efficientissimo collaboratore, messo a disposizione dal GM di Comfort Zone Italia e son partita, con la giusta dose di coraggio, faccia tosta, savoir-faire e fiducia nella vita.”

 

A. “In cosa consiste il dietro le quinte invisibile, che non viene percepito dai social e che crea difficoltà e fatica, oltre a considerare le criticità delle ristrettezze e dei limiti regionali e la chiusura anticipata di tante strutture, che hai incontrato?”

R. “Premetto che pianifico sempre tutto, prima di un incontro con un esperto da intervistare, in modo maniacale: dallo studio della sua psicologia o gusti o punti deboli, per metterlo a suo agio e carpirne il suo aspetto più umano e meno giornalistico.

Penso alle domande da sottoporre, dedico la prima ora a una chiacchierata conoscitiva, stendo un “gobbo pratico”, per non dimenticare, decido il mio outfit e la mia immagine, in coerenza con il mio stile e il contesto, mi documento sulla spa o sul Resort da raggiungere, non lascio nulla al caso, mi ispiro sullo storytelling, edito i contenuti raccolti, video o foto, preparo i post e controllo gli algoritmi e i momenti più adatti per pubblicarli, sui canali più importanti, contatto il marketing e interagisco sulle strategie di comunicazione, per far rete, creare relazioni e divulgare valori.”

spa-blogger

Raffaella Dallarda presso Nerò SPA delle Terme Preistoriche a Montegrotto.

 

A. “In conclusione. Come pensi di trasformare questa esperienza di blogging di wellness, in una tua professione, nuova per il settore, che magari non esiste ancora, in Italia?”

R. “Ho svariate e audaci idee che mi accarezzano il cuore, che vorrei realizzare, nei prossimi anni, come progetti ambiziosi che abbiano anche “le gambe” e che permettano al nostro Bel Paese di posizionarsi nel mondo del design di SPA, come leader di mercato.

Penso, ad esempio, ad un’Esposizione fieristica di SPA, unica al mondo, con Fiera Milano, con un Fuori Salone di Wellness Week, per votare la mia città meneghina, “Capitale mondiale del Well-Being”. Ciò che manca ancora, in Italia, sono società di SPA-Consulting a tutto tondo, dal design, alla realizzazione, alla governance, al management, al marketing, come già esistenti in America o Gran Bretagna, alcune che vantano anche 2000 dipendenti. Mi piacerebbe perseverare su questa linea, facendo sistema, con gli addetti ai lavori e facendo cultura, ai fruitori.”

 

A. “Un’ultima domanda, Raffaella, qual è la tua SPA ideale?”

R. “Quella che mi riconcilia con me stessa, in ogni istante, in ogni dove.”

 

Guarda i video di Raffaella, spa-blogger, presso le strutture disegnate dallo Studio Apostoli:

 

Lefay Dolomiti a Pinzolo, in Trentino

https://youtu.be/5cNK1ylzjeA

https://youtu.be/_SZkI0W8DRg

 

Porto Piccolo Sistiana, in FVG

https://youtu.be/88RzIS8Zz5Q

 

Neró Spa, Terme Preistoriche, in Veneto

https://youtu.be/eSQ5AyTO7tY

https://youtu.be/CW4pCxAxVDk

 

Capovaticano Thalasso Resort & Spa

https://youtu.be/v0jgw2QMfQE

 

Casale del Principe di Monreale

https://youtu.be/0U6EexZcdZ8

Great Words. Great People.

Neil Tunstall, President EMEA & Asia at Jacuzzi Brands Europe

Neil Tunstall

Una magnifica intesa. Ciò che stupisce in Alberto e nel suo staff è la capacità di intercettare l’esigenza e di tradurla in soluzione ancor prima di entrare nel dettaglio. E’ non è solo questione di sensibilità, ma proprio di empatia. Una visione che prende forma e si tramuta in progetti e poi in creazioni, sempre estremamente valide, attuali ed al contempo iconiche, grazie ad una straordinaria competenza che nel suo caso -come in pochi altri- prende il nome di “maestria”. Collaborare con Studio Apostoli è stato un continuo scambio che ha arricchito il nostro brand. Una magnifica intesa che dura da oltre dieci anni all’insegna di valori condivisi.

Neil Tunstall

President EMEA & Asia at Jacuzzi Brands Europe
Massimiliano Guzzini - Vice Presidente e Chief Marketing Officer, iGuzzini illuminazione

Massimiliano Guzzini

Con lo Studio Apostoli condividiamo la volontà primaria di favorire il benessere delle persone che vivono gli spazi. Alberto e il suo team lo fanno da più di vent’anni progettando con professionalità, competenza e creatività luoghi sempre innovativi, confortevoli ed eleganti. Un approccio olistico che ha permesso allo Studio di diventare un trend-setter internazionale in ambito ‘wellness’ e con cui iGuzzini ha avuto e ha il piacere di collaborare per numerosi progetti, in Italia e all’estero.

Massimiliano Guzzini

Vice Presidente e Chief Marketing Officer, iGuzzini illuminazione
Alessandro Riello, President, Aermec SpA

Alessandro Riello

Aermec e lo Studio Apostoli collaborano proficuamente da molti anni, in modo particolare grazie al progetto integrato. Gli attori principali del mondo della climatizzazione, e lo Studio Apostoli è fra questi, lavorano in sinergia per raggiungere i migliori risultati in ottica di comfort ambientale, efficienza energetica, salute e benessere della persona. Partner e testimonial insostituibili e competenti, Alberto e il suo staff, nei nostri seminari rivolti a progettisti termotecnici e architetti, hanno contribuito all’evoluzione di queste figure in un mercato globale, come quello in cui operiamo, in continua trasformazione.

Alessandro Riello

President, Aermec SpA