Blog. 26 Aprile 2018

La bio-edilizia: cos’è e quali leggi la regolamentano.

Logo LEED Bio-edilizia

Cosa si intende per bio-edilizia?

Per bio-edilizia si intende l’architettura che utilizza materiali eco-sostenibili (coibenza, traspirabilità, ecc…) e che riducono l’indoor pollution, ovvero l’inquinamento delle abitazioni che può causare diversi problemi di salute.

Quindi se la struttura di una casa è in legno, ma costruita con materiali interni sintetici non può essere considerata bio; mentre una casa con struttura in legno e costruita con materiali isolanti e di finitura biologici può ritenersi effettivamente bio.

Una costruzione in bio-edilizia che sia in muratura o in legno deve essere realizzata secondo delle scelte studiate già in fase di progettazione.

Spesso si parla di costruire secondo protocolli ITACA e LEED. Ma di cosa si tratta?

Il protocollo ITACA  e le successive norme aggiornate per l’edilizia sostenibile, approvato dalla Conferenza delle Regioni nel gennaio 2004,  è un insieme di linee guida per la valutazione della sostenibilità ambientale degli edifici residenziali di nuova costruzione o soggetti a ristrutturazioni importanti.

Il protocollo ITACA viene gestito attraverso un software che ne implementa le funzioni e l’approccio metodologico; permette il costante aggiornamento contestualizzandone le caratteristiche ambientali in funzione al tipo di progetto da valutare e alla sua ubicazione territoriale, stimandone la qualità del sito, il consumo di risorse, i carichi ambientali, la qualità ambientale indoor e la qualità del servizio.Logo ItacaI criteri di valutazione considerati dal protocollo ITACA:

  • hanno valenza economica, sociale e ambientale
  • sono quantificabili
  • sono qualitativamente definibili
  • hanno valenza scientifica
  • sono dotati di caratteristiche di pubblico interesse

Le schede di valutazione che ne derivano riportano le seguenti informazioni:

  • l’obiettivo di qualità che si intende perseguire
  • il grado di importanza che viene assegnato
  • l’indicatore di prestazione per valutare il livello di performance dell’edificio rispetto al criterio di valutazione
  • l’unità di misura
  • la scala di prestazione
  • il metodo e gli strumenti di verifica, che definiscono la procedura utilizzata per il calcolo
  • i dati di input
  • la documentazione
  • il benchmarking, che specifica la metodologia utilizzata per definire le scale di prestazione
  • i riferimenti legislativi e normativi
  • la letteratura tecnica

Il sistema di certificazione degli edifici LEED, invece, rappresenta un quadro flessibile che permette ai gruppi di progettazione e di costruzione, di valutare la strategia che ottimizza il rapporto fra edificio e l’ambiente circostante. Il sistema di rating LEED si struttura in 7 sezioni organizzate in prerequisiti e in crediti.

I prerequisiti di ogni sezione sono obbligatori affinché l’intero edificio possa venire certificato; i crediti possono essere scelti in funzione delle caratteristiche del progetto. Dalla somma dei punteggi dei crediti deriva il livello di certificazione ottenuto.
Sono considerati nella valutazione:

  • Sostenibilità del Sito
  • Gestione delle Acque
  • Energia ed Atmosfera
  • Materiali e Risorse
  • Qualità ambientale Interna
  • Innovazione nella Progettazione
  • Priorità Regionale

Logo Leed

Costruire una casa in bio-edilizia permette di avere un immobile che nel tempo aumenta di valore; è una scelta etica-ambientale e garantisce una qualità di vita migliore; l’ambiente ideale dove far crescere i propri figli. I costi della bio-edilizia non si discostano molto dall’edilizia tradizionale; pertanto con una contenuta differenza rispetto alle cifre di mercato e alcune scelte fatte in modo oculato è possibile costruire un’abitazione veramente bio.

 

Great Words. Great People.

Neil Tunstall, President EMEA & Asia at Jacuzzi Brands Europe

Neil Tunstall

Una magnifica intesa. Ciò che stupisce in Alberto e nel suo staff è la capacità di intercettare l’esigenza e di tradurla in soluzione ancor prima di entrare nel dettaglio. E’ non è solo questione di sensibilità, ma proprio di empatia. Una visione che prende forma e si tramuta in progetti e poi in creazioni, sempre estremamente valide, attuali ed al contempo iconiche, grazie ad una straordinaria competenza che nel suo caso -come in pochi altri- prende il nome di “maestria”. Collaborare con Studio Apostoli è stato un continuo scambio che ha arricchito il nostro brand. Una magnifica intesa che dura da oltre dieci anni all’insegna di valori condivisi.

Neil Tunstall

President EMEA & Asia at Jacuzzi Brands Europe
Massimiliano Guzzini - Vice Presidente e Chief Marketing Officer, iGuzzini illuminazione

Massimiliano Guzzini

Con lo Studio Apostoli condividiamo la volontà primaria di favorire il benessere delle persone che vivono gli spazi. Alberto e il suo team lo fanno da più di vent’anni progettando con professionalità, competenza e creatività luoghi sempre innovativi, confortevoli ed eleganti. Un approccio olistico che ha permesso allo Studio di diventare un trend-setter internazionale in ambito ‘wellness’ e con cui iGuzzini ha avuto e ha il piacere di collaborare per numerosi progetti, in Italia e all’estero.

Massimiliano Guzzini

Vice Presidente e Chief Marketing Officer, iGuzzini illuminazione
Alessandro Riello, President, Aermec SpA

Alessandro Riello

Aermec e lo Studio Apostoli collaborano proficuamente da molti anni, in modo particolare grazie al progetto integrato. Gli attori principali del mondo della climatizzazione, e lo Studio Apostoli è fra questi, lavorano in sinergia per raggiungere i migliori risultati in ottica di comfort ambientale, efficienza energetica, salute e benessere della persona. Partner e testimonial insostituibili e competenti, Alberto e il suo staff, nei nostri seminari rivolti a progettisti termotecnici e architetti, hanno contribuito all’evoluzione di queste figure in un mercato globale, come quello in cui operiamo, in continua trasformazione.

Alessandro Riello

President, Aermec SpA