Blog. 23 Agosto 2019

Un pergolato da giardino nel centro di Tokyo: una sfida che unisce modernità e natura

La costruzione è iniziata nel quartiere Toranomon-Azabudai nel centro di Tokyo , dove sarà eretto il grattacielo più alto del Giappone. 

 

Heatherwick Studio ha progettato numerosi edifici per la città e la comunità giapponese. Recentemente ha concepito un progetto per lo sviluppo interno del quartiere Minato di Tokyo, basandosi sull’idea di creare un pergolato ricco di piante giganti.

Una sfida che è volta a sconfiggere il moderno concetto di costruzione architettonica, che punta a rivedere edifici definiti “duri” e in un certo senso sterili. Ed è così che in mezzo al design urbanistico spuntano quantità sorprendentemente intense di piantagioni e vegetazioni. Un’alternativa che porta l’uomo al centro e lo mette in relazione con la natura.

 

L’innovazione nella tradizione

Come primo approccio, per combinare un’architettura sistematica con imponenti elementi vegetali, è stata scelta una dimensione comunque standard. Infatti, per non sconvolgere troppo la panoramica urbana, si è sviluppata l’idea di un pergolato da giardino, ma adattato alle dimensioni di un distretto industriale.

In questo modo, lo Studio ha potuto sfruttare un terreno di otto ettari per creare al tempo stesso uno spazio anche per altre strutture. Come ad esempio, abitazioni, negozi, hotel, centri benessere, una scuola e un tempio, tutte collocate all’interno di una griglia precisa.

Progetto Toranomon-Azabudai di Heatherwick Studio

Il distretto comunque non sarà l’unico elemento del progetto. Infatti, sono previsti anche tre grattacieli progettati da Pelli Clarke Architects, e il più alto tra questi conseguirà il titolo (e il record) di edificio più alto del Giappone, a circa 330 metri dal suolo.

Per tutta l’area circostante, gli architetti hanno programmato di completare la struttura del pergolato da giardino con una serie di edifici coordinati, che conferiscono un carattere unico al tutto.

Progetto Toranomon-Azabudai di Heatherwick Studio

Ambientato in una valle naturale, la scelta è ricaduta sul voler accentuare l’unicità del progetto, attraverso un design inconfondibile. L’utilizzo di una disposizione ondulata, dal punto di vista strutturale simile appunto ad una pergola, crea una varietà di zone paesaggistiche divertenti. Un pergolato da giardino che fa spazio a giardini nascosti nell’area urbana.

Se si guarda alla struttura nel suo insieme, un complesso di padiglioni emerge dalla griglia della pergola. Una scelta audace anche questa, che incoraggia l’esplorazione. Piuttosto che concentrarsi su una sola visione generale, il visitatore è spinto verso la continua ricerca di centinaia di luoghi segreti da scoprire ed emozioni da vivere.

Progetto Toranomon-Azabudai di Heatherwick Studio

L’interno del pergolato da giardino

Tre edifici bassi nell’ala est dell’area, conterranno negozi, uffici e spazi residenziali insieme ad un museo e una galleria, mentre una serie di edifici a podio, nei pressi delle torri conterranno hall per gli appartamenti, servizi dell’hotel e altri negozi.

Gli interni degli spazi commerciali della torre saranno progettati da Sou Fujimoto .

Progetto Toranomon-Azabudai di Heatherwick Studio

A completare la struttura del pergolato da giardino, sarà una scuola, ma non una qualsiasi. Si tratterà di una scuola di ben sette piani per 700 studenti internazionali, la quale sarà costruita accanto alla torre principale. Il complesso si chiamerà The British School a Tokyo.

Tutti gli edifici saranno collegati da un tunnel pedonale sotterraneo lungo 700 metri, che conterrà una grande sala ristorazione.

L’antica tradizione artigianale giapponese è stata introdotta in molti elementi di design, come la tecnica di incisione del vetro Kirdo Edo.

Il verde si diffonderà a livello del suolo e salirà fino alla struttura curva in pendenza, rendendo l’intero intervento molto naturale.

Great Words. Great People.

Neil Tunstall, President EMEA & Asia at Jacuzzi Brands Europe

Neil Tunstall

Una magnifica intesa. Ciò che stupisce in Alberto e nel suo staff è la capacità di intercettare l’esigenza e di tradurla in soluzione ancor prima di entrare nel dettaglio. E’ non è solo questione di sensibilità, ma proprio di empatia. Una visione che prende forma e si tramuta in progetti e poi in creazioni, sempre estremamente valide, attuali ed al contempo iconiche, grazie ad una straordinaria competenza che nel suo caso -come in pochi altri- prende il nome di “maestria”. Collaborare con Studio Apostoli è stato un continuo scambio che ha arricchito il nostro brand. Una magnifica intesa che dura da oltre dieci anni all’insegna di valori condivisi.

Neil Tunstall

President EMEA & Asia at Jacuzzi Brands Europe
Massimiliano Guzzini - Vice Presidente e Chief Marketing Officer, iGuzzini illuminazione

Massimiliano Guzzini

Con lo Studio Apostoli condividiamo la volontà primaria di favorire il benessere delle persone che vivono gli spazi. Alberto e il suo team lo fanno da più di vent’anni progettando con professionalità, competenza e creatività luoghi sempre innovativi, confortevoli ed eleganti. Un approccio olistico che ha permesso allo Studio di diventare un trend-setter internazionale in ambito ‘wellness’ e con cui iGuzzini ha avuto e ha il piacere di collaborare per numerosi progetti, in Italia e all’estero.

Massimiliano Guzzini

Vice Presidente e Chief Marketing Officer, iGuzzini illuminazione
Alessandro Riello, President, Aermec SpA

Alessandro Riello

Aermec e lo Studio Apostoli collaborano proficuamente da molti anni, in modo particolare grazie al progetto integrato. Gli attori principali del mondo della climatizzazione, e lo Studio Apostoli è fra questi, lavorano in sinergia per raggiungere i migliori risultati in ottica di comfort ambientale, efficienza energetica, salute e benessere della persona. Partner e testimonial insostituibili e competenti, Alberto e il suo staff, nei nostri seminari rivolti a progettisti termotecnici e architetti, hanno contribuito all’evoluzione di queste figure in un mercato globale, come quello in cui operiamo, in continua trasformazione.

Alessandro Riello

President, Aermec SpA